top of page

Ansia ed extrasistole


Ansia e Cuore
Autore: BrianAJackson Copyright: BrianAJackson


Il cuore sente, la testa confronta. François-René de Chateaubriand

L’extrasistole è un fenomeno estremamente frequente nella stragrande maggioranza della popolazione e, altrettanto frequentemente, è una sintomatologia del tutto benigna. Sono stati trovati anche altri fattori che possono scatenare questi fenomeni come nei casi di disturbi gastrici, ernia iatale e via discorrendo.

La sintomatologia dell’extrasistole è comune:

  • sensazione di uno sfarfallio con colpi di tosse;

  • vuoto al centro dello stomaco;

  • vertigini;

  • mancanza d’aria.

Posto che il proprio medico curante o ancora meglio il cardiologo non abbia rilevato alcunché di preoccupante come spesso accade, la persona rimane con il gravoso carico di doverci convivere.

La convivenza con questa sintomatologia comporta un perenne stato d’ansia che alimenta la sintomatologia stessa. Il cervello di un soggetto ansioso rilascia nel corpo diversi neurotrasmettitori tra i quali la noradrenalina che ha, non a caso, un ruolo eccitatorio per il muscolo cardiaco.

L’ansia dell’attesa dell’insorgenza di un fenomeno extrasistolico comporta nientemeno che il fenomeno atteso.

La domanda che ci potremmo porre a questo punto è: ho l’extrasistole perché sono ansioso o sono ansioso perché ho l’extrasistole? Sembrerebbe di essere davanti alla famosa domanda se sia nato prima l’uovo o la gallina e rischieremmo di non arrivare ad una risposta soddisfacente.

A questa domanda risponde direttamente la scienza: assolutamente sì!

La psicoterapia, infatti, agendo sulla mente, offre conseguentemente benefici per il corpo. Agire sull’ansia implica abbassare i livelli di noradrenalina che essa produce e, di conseguenza, calmare un cuore che sfarfalla. Prendersi cura della propria mente, vuol dire prendersi cura del proprio corpo.

Ad oggi è possibile svolgere anche sedute di psicoterapia online proprio per facilitare chi ha difficoltà negli spostamenti, poco tempo a disposizione per via degli stringenti orari di lavoro e routine quotidiane in cui siamo costantemente intrappolati. Le possibilità per star meglio ci sono, bisogna solo coglierle.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page